×

Errore

You do not have permission to view this category

Lingua: spagnolo

Popolazione: 11.120.000

Numero di province: 15

Pinar del Río, Artemisa, Mayabeque, Città dell’Avana, Matanzas, Cienfuegos, Villa Clara, Sancti Spíritus, Ciego de Ávila, Camagüey, Las Tunas, Granma, Santiago de Cuba, Holguín and Guantánamo.

A queste si aggiunge la municipalità speciale dell’Isola della Gioventù.

Stemma (1906): 

Una chiave d’oro simboleggia la posizione di Cuba alle porte del Golfo del Messico e tra le due Americhe, mentre il sole nascente è l’emblema di una nuova nazione. Le tre strisce blu in basso a sinistra rappresentano le tre regioni del periodo coloniale. In basso a destra, la palma reale (l’albero nazionale) si erge a simbolo della nobiltà e lealtà della popolazione di Cuba, sullo sfondo di un tipico paesaggio cubano, con montagne e cielo limpido. Lo stemma è retto da un fascio di undici doghe che evoca l’unità del popolo cubano nella lotta per la libertà. Le doghe sono coronate da un berretto frigio, o della Libertà, con una stella bianca solitaria simbolo di indipendenza. Lo stemma è listato a destra da un ramo di quercia e a sinistra da un ramo di alloro, che rappresentano rispettivamente la forza e la vittoria.

Bandiera (issata per la prima volta nel 1850; bandiera ufficiale dal 1902):

Il triangolo richiama i valori della libertà, uguaglianza e fraternità, mentre il colore rosso ricorda il sangue versato nella lotta per l’indipendenza. La stella bianca al centro del triangolo è simbolo di libertà assoluta. Le tre strisce blu rappresentano le tre regioni del periodo coloniale (orientale, centrale e occidentale), mentre le due strisce bianche simboleggiano la purezza e virtù del popolo cubano.

Fiore Nazionale: Mariposa (Hedychium Coronarium Koenig), specie locale di gelsomino, di colore bianco e particolarmente profumato.

Uccello nazionale: il Trogone cubano (Priotelus temnurus), o Tocororo, ha le piume degli stessi colori della bandiera nazionale.

Albero nazionale: Palma Reale

Inno Nazionale: La Bayamesa, composto da Perucho Figueredo nel 1867.

Età per esercitare il diritto di voto: 16 anni

Siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO: 9

Fuso Orario: GMT -5

Non sapete dove andare? Date uno sguardo qui sotto alle descrizioni di ogni destinazione.

L’Avana

Danza, teatro, musei, storia, architettura, vita notturna, spiagge – la più grande e cosmopolita delle città caraibiche ha veramente tutto. Partecipate a uno degli spettacoli scintillanti nel parterre dl famoso Tropicana nightclub, guidate lentamente lungo il pittoresco lungomare Malecòn con la sua vista straordinaria sulla città e sul mare, o ancora passeggiate nella Vieja Habana (L’Avana Vecchia) per esplorare monumenti storici e architettonici come la piazza della Cattedrale o il Palazzo Presidenziale. Vivete la magia che ha ispirato scrittori leggendari come Ernest Hemingway e Federico Garcia Lorca, proprio qui, nella celebre capitale di Cuba.

Pinar del Río

Pinar del Río è la provincia più occidentale di Cuba e ospita due delle sue sei biosfere riconosciute dall’UNESCO – la Riserve della biosfera di Sierra del Rosario con la sua endemica diversità, e quella della penisola di Guanahacabibes. La regione è famosa per i suoi rigogliosi campi di tabacco e una varietà incredibile di scenari naturali. Spiagge splendidamente appartate forniscono accesso a coralli incontaminati, grotte e canyon sottomarini e una vibrante vita marina. In alta montagna, il primo resort sostenibile di Cuba, Las Terrazas, è una mecca per gli ecoturisti.

Varadero

Distesa lungo la paradisiaca Penisola di Hicacos, sulla costa settentrionale della provincia di Matanzas, Varadero è la principale località balneare di Cuba, con alcune delle spiagge più belle nell’intera area dei Caraibi.

A sole due ore di auto dall’Avana, da Varadero è possibile fare brevi escursioni di una giornata nella vicina Penisola di Zapata, famosa per la sua storia e l’offerta ecoturistica, e nel capoluogo Matanzas, nota come “l’Atene di Cuba”.

Qui c’è qualcosa per tutti, un’ampia scelta di resort disseminati lungo spiagge scintillanti baciate dal sole, lambite dalle acque calde e cristalline dell’Oceano Atlantico. Il posto perfetto per fare immersioni, snorkeling, vela e nuotare con i delfini.

Cienfuegos

Con la sua eredità francese, la città di Cienfuegos è un vero gioiello architettonico, che vanta l’ottima conservazione di edifici neoclassici assolutamente meritevoli della nomina di patrimonio mondiale dell’UNESCO. È difficile immaginare una destinazione più idilliaca: la cosiddetta “Perla del Sud” è sita su una delle più belle insenature naturali di Cuba, luogo ideale per pesca, diving e vela.

Trinidad

Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1988, Trinidad de Cuba è una perla di epoca coloniale in uno spettacolare scenario tropicale. Questa vivace “città museo”, adagiata sulla costa meridionale della provincia di Sancti Spíritus, è sospesa tra il caldo Mar dei Caraibi e le aspre Montagne dell’Escambray. La regione offre alcuni tra i percorsi per escursionismo più belli dell’intera isola, mentre le splendide spiagge di sabbia bianca della Pensola di Ancón attraggono sub e sognatori.

Jardines del Rey

Jardines del Rey è uno straordinario arcipelago di centinaia di isole minuscole, comprendenti alcune delle mete privilegiata per gli amanti del mare, come Cayo Coco e Cayo Guillermo. Cosparse lungo la costa settentrionale di Cuba, le isolette fanno parte della provincia di Ciego de Ávila. L’area è rinomata per le sue incredibili spiagge di sabbia bianca e finissima, accarezzate dalle acque verde-blu dell’Atlantico. È qui dove la barriera corallina offre una ricchissima biodiversità, in particolare a livello di specie marine: è dunque un vero paradiso per gli amanti delle immersioni. L’acqua, limpidissima, è l’ideale anche per la pesca in alto mare, lungo le stesse rotte percorse e rese famose da Ernest Hemingway, a largo di Cayo Guillermo.

Holguin

È comprensibile che Cristoforo Colombo quando approdò a Holguín nel 1492 la descrisse come “la terra più bella che occhi umani abbiano mai visto”. La costa settentrionale della provincia è un’abbagliante veduta di spiagge di sabbia bianca bagnate da acque turchesi, in contrasto con il verde delle morbide colline sullo sfondo e con rigogliose foreste tropicali. Nell’entroterra si possono visitare musei, cattedrali e altre attrazioni culturali nell’omonima capitale della provincia. Da non perdere l’affascinante città costiera di Gibara, che ospita il nuovo Festival Internazionale del Cinema Povero, o gli scavi archeologici nei dintorni della città di Banes.

Santiago de Cuba

Calda ed accogliente, situata tra le imponenti vette della catena montuosa di Sierra Maestra ed il Mar dei Caraibi vicino alla punta sud-orientale dell’isola, Santiago de Cuba è la seconda più grande e “caraibica” città di Cuba.

Santiago ha una storia particolarmente ricca ed un patrimonio culturale ben distinto e radicato, che ha arricchito la sua arte, la sua architettura e persino la sua lingua. Questa caratteristica emerge con forza nel vibrante panorama musicale della città: praticamente tutti i generi musicali cubani dal bolero al son sono nati qui. Festival variopinti, come il famoso Carnevale, sono la vetrina del fantastico senso del ritmo e del ballo tipici di questa località.

Questa vivace città dimostra anche di avere un accentuato interesse verso la natura. Ad est si trova la Riserva della Biosfera Baconao, dove trova sede La Gran Piedra, parte della catena montuosa con più bio-diversità di Cuba. Ad ovest troverete le possenti montagne di Sierra Maestra e le due vette più alte dell’isola, così come El Saltòn, un paradiso per tutti quelli che amano praticare l’eco-turismo in montagna.

Baracoa

La splendida città di Baracoa, situata lungo la costa nord-orientale della provincia di Guantánamo, fu istituita come prima capitale del paese nel 1511 e rimane la più antica città coloniale nelle Americhe. La regione ospita una delle ultime foreste pluviali ancora vergini dei Caraibi (il Parco Nazionale protetto Alejandro de Humboldt), oltre ai terreni più umidi e più secchi dell’intera isola. Un’attrattiva locale è l’altopiano di El Yunque – ideale per l’arrampicata – che sormonta e presidia la città di Baracoa.

Cayo Largo

Cayo Largo è un’isoletta arroccata sulla punta più orientale dell’Archipélago de los Canarreos, al largo della costa meridionale di Cuba. La stretta isola calcarea ha 24 km di spiagge bianco zucchero, vigorose mangrovie e una natura rigogliosa, che comprende tartarughe (che vengono a deporre le uova nelle appartate spiagge durante la stagione estiva) e iguane. Cayo Largo, insieme alla vicina Isla de la Juventud, vanta alcune tra le migliori località per immersioni del mondo grazie ai suoi fondali incontaminati, alle sue calme acque cristalline e alla ricca diversità di corallo e vita marina.

Villa Clara

Venite a Villa Clara per rilassarvi sulle spiagge che fiancheggiano le isolette della costa settentrionale, esplorate la multiforme flora e fauna protetta dalla Riserva della Biosfera Buenavista, o andate a visitare i musei dedicati a Ernesto Che Guevara. Le ceneri del leggendario rivoluzionario sono conservate in un mausoleo della capitale provinciale, Santa Clara.

Península de Zapata

Esplorate la zona paludosa più ampia della Penisola di Zapata, nel sud della provincia di Matanzas. La penisola è protetta da una biosfera riconosciuta dall’UNESCO, e ospita coccodrilli rari, specie endemiche e uccelli in pericolo di estinzione. Le molte caverne sottomarine e la barriera colorata di Bahía de Cochinos [Baia dei porci] fanno di questa località una delle destinazioni preferite da appassionati di scuba diving e snorkeling. Gli amanti della pesca alla mosca si dirigano al rifugio faunistico Las Salinas, densamente popolato anche da fenicotteri rosa.

Santa Lucía

La splendida Santa Lucía è una delle principali destinazioni di Cuba, per il sole, le spiagge e gli spettacolari punti di immersione. L’insieme di resort sulla spiaggia, a 112 chilometri a nord della città di Camagüey, si trova a fianco della seconda barriera corallina più lunga del mondo. Protette dalle forti correnti atlantiche, le sue acque calde e trasparenti sono perfette per le escursioni subacquee. La spiaggia di Santa Lucía, lunga 21 chilometri, compete con quella di Varadero per il primato di spiaggia più lunga di Cuba ed è costeggiata da un’ampia gamma di alberghi e resort ben attrezzati.

Camagüey

Camagüey è la provincia più grande di Cuba, stretta tra Ciego de Ávila e Las Tunas. Il capoluogo, anch’esso chiamato Camagüey, è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 2008, grazie al centro storico magnificamente preservato, risalente al 1528. La città ha due simboli: le sue chiese e i grandivasi di terracotta [tinajones], un tempo usati per raccogliere l’acqua piovana. Esplorate il tortuoso labirinto di vicoli pensato per disorientare i pirati invasori. La provincia vanta una località dalle splendide spiagge, Santa Lucia, sulla costa Atlantica.

Las Tunas

Las Tunas è comunemente conosciuta per la sua cultura rurale, i rodeo e il festival di musica popolare più importante di Cuba. Situata tra le province di Camagüey, Holguín e Granma, con i suoi 265 chilometri di spiagge irregolari lungo le coste nord e sud di Cuba, vanta una distesa di 10 chilometri di splendide spiagge bianche a Covarrubias, sull’Oceano Atlantico. Il capoluogo Las Tunas è noto come la “Città delle Sculture”, per via delle numerose sculture che ornano le sue strade.

Granma

Granma è una delle province più affascinanti di Cuba. Situata sulla costa caraibica, vanta due parchi nazionali che sia gli amanti della storia sia sia quelli della natura vorranno certamente visitare: lo splendido Gran Parque Nacional Sierra Maestra, famoso per essere stato il luogo dove Fidel Castro costituì il suo commando rivoluzionario; e il Parque Nacional Desembarco del Granma, luogo del suo sbarco a Cuba, oggi Patrimonio dell’Umanità. La capitale della provincia di Granma, Bayamo, è il secondo insediamento più vecchio di Cuba e luogo di nascita dell’inno nazionale.

Fonte